Ottobre al Museo

Ottobre al museo 2014
Museo “Il Mondo piccolo”
Fontanelle di Roccabianca (PR)

Riparte, anche quest’anno, la rassegna che l’Associazione culturale Everelina, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Roccabianca, realizza presso il Museo “Il Mondo piccolo” di Fontanelle invitando autori e scrittori che presentano il loro lavoro nell’accogliente cornice del Museo.
Il via sarà Domenica 5 ottobre alle ore 17.30 con Ade Capone: autore televisivo, sceneggiatore e scrittore che al museo ci illustrerà, in una piacevole conversazione accompagnata dalle musiche di alcuni componenti del gruppo musicale Mè Pèk e Barba, il suo lavoro per il programma televisivo “Mistero”, raccontando aneddoti dei suoi incontri più curiosi e suggestivi ma anche svelando tratti di una “bassa” un po’ insolita e misteriosa per approdare ad un’anteprima della sua ultima fatica lavorativa: un romanzo ambientato proprio nella bassa.
Il 12 ottobre, nell’ambito della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, sarà dedicato ai bambini. Il Museo già da alcuni anni è diventato un’importante luogo di incontro tra l’istituzione scolastica, il sapere divulgato dal museo stesso, il collezionismo locale e le famiglie attraverso progetti realizzati in coprogettazione tra la scuola e i responsabili didattici del museo. Questa giornata sarà l’occasione per consolidare questo rapporto: sarà ancora visitabile la mostra del collezionista Ivo Bolsi allestita da alcuni istituti scolastici della zona “Gli oggetti raccontano il paesaggio e la cultura contadina” ma soprattutto la mostra sarà il fil rouge di “Giocare al museo”: un pomeriggio di giochi a squadre che inizierà alle 14.30 in cui i bambini riscopriranno anche i giochi della cultura contadina e si immergeranno a pieno in quel paesaggio che nasconde ancora le tracce dei mestieri che praticavano i loro nonni nella bassa, assaporeranno i sapori di quella bassa in una gustosa merenda offerta nella splendida cornice del museo!
La rassegna “Ottobre al Museo” si concluderà il 19 ottobre quando ospiteremo, alle 17.00, Barbara Zilocchi, autrice del volume “Parma. Il monumento a Giuseppe Verdi. Ideazione, costruzione e demolizione”, Edito da Grafiche Step, su progetto grafico di Quadra s.r.l.: quando si parla del monumento a Giuseppe Verdi, si pensa inevitabilmente alla sua inspiegabile  demolizione avvenuta dopo la seconda guerra mondiale.
Spesso si guarda all’ara in bronzo e granito, ora situata in piazzale della Pace, che sorgeva al centro dell’esedra col suo arco trionfale, come ad un’opera decontestualizzata e impoverita.
Non tutti sanno che un’altra parte del monumento si trova oggi nel cinema teatro Arena del Sole di Roccabianca, dove si conservano nove statue raffiguranti alcune opere verdiane.
Mentre la prima versione della Battaglia di Legnano oggi giace, spezzata alla base, in un laboratorio in attesa di restauro.
La demolizione del monumento è ancora per molti un episodio incomprensibile.
Nonostante la sua costruzione avesse impegnato sette anni di duro lavoro e ingenti risorse, in momenti di forti tensioni sociali e politiche, sia a livello nazionale che locale e sopravvisse al secondo conflitto, fu demolito dopo soli 26 anni.
L’autrice del libro ha percorso le tappe della ideazione, della costruzione e della sua demolizione, grazie ad un ricco corpus di documenti inediti dell’architetto progettista Lamberto Cusani.