Il Teatro Arena del Sole

L’Arena del Sole: una scommessa culturale nel nome di Giuseppe Verdi

Un altro importante elemento di riscoperta culturale per Roccabianca è rappresentato dall’ex cinema-teatro “Arena del Sole”. Fra gli anni ’50 e ’70, esso ha svolto il ruolo di principale punto di riferimento per lo svago e il tempo libero in paese, subendo tuttavia in seguito una parabola di declino comune a tanti cinema di provincia.
Recentemente la struttura è stata acquistata dall’amministrazione comunale, con l’intenzione di riportare il locale agli antichi splendori, facendone un centro per manifestazioni, convegni ed iniziative di varia natura culturale e di promozione turistica.


La presenza all’interno del teatro di nove statue dello scultore palermitano Ettore Ximenes (Palermo, 1855 – Roma, 1926), collocate un tempo nel grande monumento dedicato a Giuseppe Verdi, che sorgeva nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Parma, ha indotto anche la “Fondazione CariParma” a credere fortemente in questa scommessa di recupero, impegnandosi con un cospicuo contributo economico per la sua realizzazione.
Le statue verdiane raffiguranti le opere Alzira, i Masnadieri, Oberto Conte di San Bonifacio, Aida, Macbeth, Ernani, Don Carlos e le personificazioni della Battaglia di Legnano e degli Inni di Guerra, giunsero nel teatro della Bassa in seguito a singolari ed avventurose vicissitudini.

Il costruttore dell’edificio, il dottor Enzo Tomasinelli, dimostrando notevole senso di lungimiranza estetica, si incaricò personalmente di recuperarle dal greto del torrente Parma, dove erano state miseramente abbandonate in seguito ai bombardamenti subiti dal monumento durante la Seconda Guerra Mondiale.